Tuesday, July 07, 2015

Italian Congress of Mediums 2015: Segni (Signs of Contact)


# 4 in the Series.  The following excerpt has been translated into Italian for the participants of the Italian Congress of Mediums this coming October. (English version further below).

IL CONTATTO COI RISORTI: SEGNI
Insieme ai nostri sensi fisici della vista, dell’udito, del gusto e dell’odorato, convivono altri sensi, talvolta definiti come extra-sensoriali, ma che in realtà non sono extra affatto. Questi sono infatti i nostri sensi spirituali, che appartengono al nostro corpo spirituale, altrimenti detto astrale-eterico e compenetrano lo stesso spazio dei nostro corpo fisico. Per molte persone i sensi spirituali sono a malapena riconoscibili, e vengono spesso misconosciuti per carenza di educazione, di consapevolezza, ed attenzione. Tu puoi essere stato accompagnato a questo libro dai tuoi sensi spirituali, come un segugio che riconosce le tracce odorose più sottili ed invisibili. 
Il tuo corpo spirituale è in grado di riconoscere cose che normalmente evadono dai sensi spirituali, ivi incluso delle cose molto particolari che comprenetrano lo spazio di questo libro, che tu stai ora tenendo fra le tue mani. Questo vale anche quando si legge qualcosa in formato elettronico, che è comunque una manifestazione fisica materiale, anche se talvolta pare che determinate energie spiritiche non risuonino con queste tecnologie tanto quanto con quelle cose che condividono la natura fisica con il corpo umano- ecco perché leggere questo in un libro fisico determinerà una esperienza energetica completamente diversa ed accresciuta. Così come i sensi fisici comunicano messaggi dal mondo fisico al nostro cervello, altrettanto i nostri sensi spirituali consegnano messaggi -dal mondo spirituale- alle nostre menti ed ai nostri cuori.
I nostri sensi spirituali consegnano messaggi dal mondo spirituale,
alle nostre menti ed ai nostri cuori.
Sono certo che ognuno di voi abbia già – in qualche modo- ricevuto comunicazioni da coloro che non risiedono più all’interno di un corpo fisico, anche se non ne siete consapevoli. I vostri sensi fisici vi hanno comunque informati circa l’essere stati toccati, visti o contattati,  in un modo o nell’altro, da una persona Risorta; potreste anche aver annusato odori e profumi sorprendentemente familiari. Queste esperienze sono normali e comuni per molte persone, a prescindere dai loro credo personali. I Risorti possono entrare in contatto con noi attraverso molteplici mezzi. Più  tardi potrete ritrovarvi a collegarvi con loro per il tramite di tecniche assolutamente uniche e brillanti per connettersi e comunicare.
Qui a seguito sono indicate alcune tra le tante modalità attraverso le quali voi potreste aver percepito il contatto con un Risorto, od aver ricevuto un suo messaggio, senza tuttavia essere certi di  potervi fidare della vostra percezione- perlomeno non nel modo in cui normalmente fate affidamento sui vostri sensi fisici. Alcune di esse potranno già risuonarvi come familiari, e molte possono meglio esser catalogate sotto il curioso termine di “orchestrazione”. Noterete che la parola “sentire, percepire” verrà utilizzata spesso.
Trovarsi nella situazione di aver avuto una conversazione spontanea con qualcuno che voi sapete “essere morto”, è spesso accompagnata dalla dismissione della succitata conversazione con un “ stavo parlando fra me e me”. Ecco quindi alcuni indizi che vi permetteranno di capire quando voi avete invece corriposto all’interno di una conversazione che loro hanno avviato:
  •  Percepire una improvvisa ed incontenibile emozione: tristezza, gioia, serenità- allorchè si sta pensando a qualcuno che è “morto”. Questo indica che loro sono proprio affianco a noi e comunque molto vicini.
  •  Percepire una brezza, oppure una sensazione di solletico provocata come da “ragnatele”, oppure una sensazione di pressione sul viso, in particolare vicino agli occhi ed a lato della testa in prossimità delle tempie allorchè si sta pensando ad una persona “ morta”. Talvolta la pressione può diventare fastidiosa e trasformarsi addirittura in mal di testa. Un bel bicchiere d’acqua ci aiuterà ad alleviarlo, oppure un sonnellino- potreste allora addirittura incontrarli durante il sonno!
  •  Percepire una sensazione di solletico dopo che siete andati a letto ed aver spento la luce, anche se non state pensando a nessuno in particolare.
  •  Vedere piccole scintille blu o bianche dopo che la luce è stata spenta, oppure quando vi state rilassando al buio od alla luce flebile di una lampada. 
  •  Percepire sulla mano una sensazione come di brezza leggera, oppure di solletico, o pressioni di qualsiasi tipo, specialmente quando state scrivendo oppure state semplicemente pensando di mettervi a scrivere.
  •  Sentire chiamare il vostro nome quando state per addormentarvi o quando state per svegliarvi, o quando siete soli.
  •  Udire piccoli rumori, picchiettii, click o colpi che vengono dal soffitto, dai muri, dal pavimento o anche dai mobili, dopo che la luce è stata spenta.
  •  Svegliarsi dal sonno, fermamente convinti che il sogno che si è sognato non era un sogno normale, ed addirittura sentire che è stato più reale della vita stessa.
  •  Udire musiche o suoni della natura, come un coro che canta in lontananza, oppure campanelli che tintinnano, od uccelli che cinguettano, allorchè state per addomentarvi la notte oppure prima di un  sonnellino diurno.
  •  Percepire che qualcuno vi sta osservando , scrutando o guidando.
  •  Percepire qualcuno che sta ponendo le proprie mani sulle vostre spalle, oppure vi sta abbracciando da dietro.
  •  Trovare messaggi strani od indecifrabili sulla vostra segreteria telefonica, che suonano come un miscuglio di voci, musiche, rumori statici ed altri rumori, e provare una certa riluttanza a cancellarli.
  •  Vedere ripetutamente persone assolutamente sconosciute che somigliano in maniera sorprendente a vostri cari e familiari, la cui somiglianza può essere tuttavia vista ed apprezzata solo da voi.
  • Trovare un libro che sembra contenere messaggi scritti direttamente dai vostri cari solo ed espressamente per voi.
  •  Sentire una canzone od una musica, in un determinato momento, come se i vostri cari in spirito l’avessero commissionata proprio per voi.
  •  Sentire l’irrefrenabile desiderio di accendere la televisione, e sintonizzarsi su di un programma o film che vi sembra essere perfettamente riferito a voi in maniera speciale.
  •  Orologi che si fermano quando non dovrebbero.
  •  Lampadine la cui luce si affievolisce oppure che si fulminano proprio quando state pensando ai vostri cari.

Se vi è mai capitato di vivere alcune delle esperienze su elencate ponetevi queste domande: “E’ possibile che sia stato reale?” -e- “vorrei che succedesse di nuovo?”. Se sentite dentro di voi una eccitazione crescente mentre vi rivolgete queste due domande, sappiate allora che i vostri sensi spirituali stanno cominciando a vibrare più velocemente, e che questa accelerazione di vibrazione vi conduce più vicino al luogo nel quale i vostri cari Risorti si trovano ora. Ed ancora più verosimilmente alcuni di loro sono proprio qui con voi, e stanno leggendo con coi queste righe, incoraggiandovi.

(Estratto da The Risen: Dialogues of Love, Grief, & Survival Beyond Death, Traduzione di Serenella Massacci)

_______________________________________________________________

SIGNS OF RISEN CONTACT

Intermingled with our physical body’s senses of sight, hearing, taste, smell, and touch are other senses sometimes called extra senses, but which are not really extra at all. These are our spiritual senses, which belong to our spiritual or astral-etheric bodies and interpenetrate the same space as our physical body. For many people the spiritual senses are barely detectable and are often undernourished from lack of education, awareness, and attention. You may have been drawn to this book by your spiritual senses, like a bloodhound that detects the most subtle and invisible of scents.

      Your spiritual body can recognize things that usually evade the physical senses, including very particular somethings interpenetrating the space of this book you are holding in your hand. This is true as well if you are reading it in electronic form, which is still a manifestation of material physicality, although it seems that certain spirit energies are not as resonant with such technology as they are with those things that share physical nature with the human body—this is why reading this in a physical book will bring an entirely different and more energetic experience. As the physical senses communicate messages from the physical world about us to our brains, our spiritual senses bring us messages from the spiritual worlds to our minds and hearts.

Our spiritual senses bring us messages from the spiritual worlds
to our minds and hearts.
      Whether or not you have ever shared about it, I’m certain that you have very likely received communications in some way from those who no longer have a physical body. Your spiritual senses informed you of being touched, seen, or spoken to in certain ways by a Risen person; you may have even smelled surprising but familiar odors. These experiences are normal and common for many people, regardless of their beliefs. The Risen can contact us through countless means. Later on you may find yourself joining with them in devising your own unique and brilliant techniques to connect and communicate.

      Following are just a few of the many ways you might have spiritually sensed Risen contact or their messages but were never quite sure if you could believe them—at least in the way you feel you can believe your physical senses. Some may be quite familiar to you already, many which can be best categorized under the curious concept of “orchestration.” Note that the word “feeling” is used quite a bit.

  •  Finding yourself spontaneously having a conversation with someone you know is “dead” but not realizing it until a few moments have gone by, and then you dismiss it as “talking to yourself.” Here’s a hint—you were responding to a conversation they started.
  •  Feeling a sudden and overwhelming emotion—sadness, joy, calmness—when thinking about someone who has “died.” This indicates they are right next to you or very near in some way.
  •  Feeling breezes, tickling sensations or “cobwebs,” or pressure about your face, especially near the eyes and on the sides of the head near the temple, when thinking about the “dead” person. Sometimes the pressure manifests as discomfort or even headaches. A glass of water will help relieve this, as will a nice long nap—you might then even meet them in the dream state!
  •  Feeling the tickling sensations after you get into bed at night and turning out the light, whether or not you are thinking of anything in particular.
  •  Seeing tiny points of white or blue “sparks” after the lights have been turned out, or while sitting quietly in the dark or in low lighting.
  •  Feeling sensations on your hands such as breezes, tickling, or pressure of some kind, especially when writing or thinking about writing.
  •  Hearing your name called as you’re falling asleep or waking up, or when you’re alone.
  •  Hearing little taps, clicks or raps coming from the ceiling, wall, floor, or even furniture after the lights are turned out.
  •  Awakening from a dream and firmly convinced it was no ordinary event, and perhaps even more real than waking life.
  •  Hearing music or nature sounds, like distant choirs singing, bells ringing, or birds chirping just as you’re falling asleep or while daydreaming.
  •  Feeling as if someone is watching over and guiding you.
  •  Feeling someone placing their hands on your shoulders or embracing you from behind.
  •  Finding strange and often undecipherable messages on your voice mail that sound like a mixture of voices, music, static, and other noises and yet feeling reluctant to erase them.
  •  Briefly but repeatedly seeing total strangers who look like your loved one in breathtaking ways, but often in ways only you can see.
  •  Coming upon a book that seems to contain messages that were written directly from your loved one to you.
  •  Hearing music at a specific time that seems as if your loved one ordered it especially for you.
  •  Feeling compelled to turn on the television and the program or movie seems to be about something related to you and your loved one in some very particular way.
  •  Timepieces stopping when they shouldn’t.
  •  Light bulbs dimming or burning out around the same time you’re having thoughts and feelings about your loved one.


      If you’ve experienced any of these things ask yourself, “Is it possible it could actually have been real?”—and—“Do I want more?” If you feel a rising excitement somewhere inside you when you ponder these two questions, know that your spiritual senses are beginning to vibrate faster, and that this raising of vibration brings you closer to the place where your Risen loved ones are now. Most likely some of them are right here with you, reading along and encouraging you.


(Excerpt translated from The Risen: Dialogues of Love, Grief, & Survival Beyond Death, by Serenella Massacci)

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home